CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sabato 22 ottobre nell’ambito del CodeWeekEU, la Settimana Europea del Codice, CoderdojoRoma è stata ospite nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, con un’esperienza di alta formazione didattica per 40 bambine e bambini e altrettanti genitori.

CoderDojo Roma appartiene alla rete internazionale dei CoderDojo, che quest’anno è partner della CodeWeekEU, si tratta di una comunità di volontari, nata a Roma nel 2013, composta da cittadini operativi e fermamente convinti dell’importanza e dell’efficacia della promozione e della cultura digitale. Una comunità composta da mentor, educatori, famiglie, professionisti e tanti appassionati alle tematiche dell’educazione e della società interconnessa.

Il tipo di lavoro strutturato in forma laboratoriale mira a far acquisire ai ragazzi capacità di programmazione, apprendendo giocando. Una palestra dove sperimentarsi e sperimentare la propria creatività e logica in collaborazione. I CoderDojo sono delle ‘palestre di creatività’ in cui bambini e ragazzi possono creare i propri videogiochi, programmi, animazioni o storie interattive,  attraverso l’esperienza ludica.

L’aspetto positivo e il divertimento assicurato sono gli elementi che attraggono i ragazzi a partecipare consapevolmente alla tecnologia, ai media e ai social media. Il Campidoglio è stato il luogo dove le bambine e bambini tra i 7 e i 12 anni hanno potuto trasformare le loro idee in un’animazione ispirata alla Roma Antica e al Campidoglio, con le sue storie e i personaggi. Per i genitori, invece, un laboratorio sulle tematiche della sicurezza informatica, della privacy online e dell’uso consapevole dei social network.

La Responsabile Agnese Addone conferma che: «CoderDojoRoma è diventato un punto di riferimento per l’avvio dell’innovazione sociale – L’attività di noi mentor ha generato momenti di confronto e ricerca sulla didattica innovativa e sperimentale, per incentivare nei bambini l’approccio consapevole alla tecnologia, e nei genitori una maggiore sensibilità verso il mondo dei social e del loro corretto utilizzo».

Il via a lavori è stato dato dalla Sindaca Virginia Raggi e dall’Assessora Roma Semplice Flavia Marzano del Comune di Roma in un modo familiare e caloroso.

Viste le tante richieste di iscrizione è stata data la possiblità di seguire l’iniziativa tramite l’hashtag/stornello Twitter e Facebook #CampiDojo.

Agnese Addone ha espresso la  gioia di tutti i partecipanti nel vedere la comunità intera, bambini, genitori e volontari operativamente in festa. Agnese ha ricordato che l’iniziativa  Coderdojo al Campidoglio è parte della Code Week appena conclusa.

In una società che ha modificato in modo così rapido la comunicazione attraverso i mezzi informatici occorre ormai essere al passo partendo anche dal mondo scuola, adottando gli strumenti tecnologici per sviluppare competenze e capacità nei ragazzi, per prepararli a vivere nella nuova epoca ed essere attori principali nel mondo del lavoro.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn