CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Il “Mio amico Robot”, “Mio Tab Laptop” e “Mio Phone” prodotti dall’azienda Lisciani giochi per dare vita ad un’offerta dedicata a prodotti di nuova generazioni per bambini da 3/12 anni. L’ultimo arrivato“Mio Amico robot” è un automa in grado di rispondere ai comandi vocali e interagire con i bambini.

Lisciani, la trasformazione digitale riguarda ormai anche i bambini e i loro giochi. Come avete ripensato la vostra offerta in conseguenza di questa “rivoluzione”?

«La rivoluzione digitale si sta sviluppando da anni, ed è un fatto globale, non di singoli segmenti. Ciò che è cambiato è che mentre prima accedere all’informazione era più complicato, per i costi proibitivi e la difficoltà di utilizzo degli strumenti, oggi siamo di fronte alla massima semplicità di utilizzo, e a prodotti che sono diventati più accessibili economicamente. Questo ha contribuito all’esplosione del fenomeno. Il nostro lavoro non è semplicemente di realizzare un prodotto, ma soprattutto di creare contenuti per lo sviluppo e l’apprendimento dei bambini. La ludicità, secondo la nostra filosofia, è un elemento efficace: il nostro obiettivo è trovare il modo di trasmettere i nostri contenuti e fare in modo che i bambini possano apprendere in modo efficace divertendosi, con tutte le tecnologie possibili e disponibili: che siano libri, giochi cartonati, o gli ultimi strumenti mobile tipo i tablet e gli smatphone: tutto è utile per imparare.

MioPhone e MioTab nascono sulla consapevolezza che i bambini di 10 anni utilizzano in modo abbastanza consapevole i device dei propri genitori, ma si sa che già a 3 anni possono essere in grado di usarli anche loro, un uso adatto tecnologicamente alle loro esigenze

Abbiamo creato dei veri e propri percorsi di apprendimento, attraverso uno store dedicato con contenuti e app che i piccoli possono caricare e scaricare liberamente, con proposte che uniscono il gioco all’apprendimento: le app sono create appositamente per i bambini, con 500 titoli tra i quali scegliere e programmi didattici specifici.

Il viso di “Mio Amico Robot” è un tablet, attraverso il quale si può controllare e interagire anche con i comandi vocali se si è online, utilizzabile anche per l’avviamento al coding.

L’idea è stata di non focalizzarci tanto sulle movimentazioni meccaniche, ma sull’interattività e sui contenuti interattivi. Così Mio robot è in grado di reagire agli stimoli, o ad esempio di raccontare favole».

Certo si tratta di giochi più costosi di quelli “tradizionali” ma in questo caso il gioco offre l’occasione di sviluppare le capacità dei bambini permettendogli di apprendere in modo efficace divertendosi.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn