CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Si sono concluse il primo dicembre “Le Giornate Professionali Del Cinema” a Sorrento, nelle quali sono state presentate le anteprime, nazionali ed internazionali, delle pellicole destinate alle sale cinematografiche dal 2017.

Ecco dunque le prossime uscite cinematografiche annunciate dalle celebri case di produzione come Marvel, Pixar, Walt Disney, LucasFilm e Warner Bros.

Dalla Walt Disney grandi novità e sequel di saghe famose e memorabili, tra cui spiccano “Cars III“, con nuove avventure per Saetta McQueen, “La Bella e la Bestia” il remake live action del celebre cartoon per il quale si prevede un successo strepitoso, “Thor: Ragnarok”. E per i prossimi anni anche sequel di pellicole come “Gli Incredibili”, “Toy Story 4”, indimenticabili e seguitissimi da adulti e ragazzi attirati dalla scenografia, dalla grafica e dalle avventure uniche che hanno conquistato il cuore e l’attenzione di fans in tutto il mondo pronti a tornare bambini per un paio d’ore seguendo le gesta dei loro eroi.

Da qualche anno, infatti, il cartone animato, circoscritto e concepito esclusivamente per ragazzi dai sei ai dodici anni, si è trasformato, evoluto e al termine progettato e concepito al fine di ampliare la fascia d’età e conquistare anche la categoria adulta, la quale incuriosita e poi appassionata ai personaggi e alla loro storia, ha capovolto i ruoli naturali della vita: sono i bambini a portare i “grandi” al cinema, le comitive di amici si organizzano per andare a vedere gli eroi della “Marvel” e i botteghini registrano il sold out, come successo per “Animali Fantastici E Dove Trovarli” dall’omonimo libro di J. K. Rowling.

Johnny Depp, lasciate le vesti del cattivo e potente mago Grindewald, veste nuovamente i panni di colui chiamato “Capitan Jack Sparrow”. Ovviamente stiamo parlando dei “Pirati Dei Caraibi”. Nel sequel chiamato “Pirates Of The Caribbean: Dead Men Tell No Tales” (titolo in italiano: Pirati dei Caraibi 5: la vendetta di Salazar) Jack Sparrow tornerà a far ridere e meravigliare ancora con le sue rocambolesche avventure. Nelle sale cinematografiche previsto a maggio 2017.

A dicembre 2017 un’altra storica pellicola vedrà protagonista la Walt Disney: “Star Wars” episodio VIII (regista: Rian Johnson). La lista Disney comprende circa venti film, tra i quali adattamenti dei fumetti della Marvel, della quale la Disney possiede tutti i diritti d’immagine, “Gli Avengers”, “Ant-Man”, “The Fantastic Four”,”Batman vs Superman: Dawn of Justice”. Le date non sono state specificate ma la casa cinematografica ha reso anticipazioni per i prossimi sei anni.

Un classico dei cartoni animati che ha commosso ed emozionato i bambini è “La Bella E La Bestia”. Non poteva certo mancare un cult dell’animazione. Atteso per marzo 2017, ritroviamo come attrice principale la splendida Emma Watson. L’ex star di Harry Potter, smessi i panni di Hermione Granger, che le hanno regalato la fama, indossa quelli dell’eroina Disney più iconica di sempre: Belle che vedremo cimentarsi non solo nell’interpretazione della tenera, amabile ed affettuosa ragazza che si innamorerà della “bestia”, ma anche, così come i suoi colleghi di set, metterà in mostra le sue doti canore.

La rassegna Disney prosegue; non poteva mancare il gradito ritorno del magico mondo delle macchine parlanti: “Cars 3”. Torna infatti tutta la scuderia al completo dell’esuberante e pirotecnico pilota Saetta McQueen. Non sono mancate discussioni riguardo alcune sequenze, considerate troppo violente per un pubblico altamente impressionabile come i bambini. La macchina da corsa più amata dai piccoli perde il controllo, si cappotta più volte in aria prima che un fotogramma nero riveli una scritta poco rassicurante: “Da questo momento ogni cosa cambierà”. L’incidente causato sulla pista da un pilota avversario, porterà il nostro campione a rimettersi in gioco e tornare a correre con l’aiuto degli amici. Lieto fine assicurato ma, come spiegare ai propri figli il concetto di vita e di morte? In attesa che la pellicola, che ha riscosso un immediato successo di pubblico e critica nel primo episodio, venga psicoanalizzata ed esaminata affinché non possa turbare il fragile equilibrio dei nostri figli, ci auguriamo che le divertenti avventure di Cricchetto, Saetta e la loro banda di esuberanti amici, possa continuare a trasmettere, nel modo in cui solo la Walt Disney può concepire, quei valori che sono ormai persi nella quotidianità della nostra vita: amicizia, fiducia, rispetto, amore.

A fare da contraltare alla Walt Disney, troviamo la sempre presente Warner Bros, che con i suoi capolavori darà dura battaglia, al botteghino, alle avversarie case di produzione. L’immediata risposta Warner Bros, è proiettata nelle sale italiane già dal primo dicembre 2016; accolta in contemporanea in America con entusiasmo e convinzione, “Sully” con la regia del mitico Clint Eastwood, ha sbancato i botteghini americani registrando un incasso di 125 milioni di dollari. Un trittico vincente per una storia incredibile: attore protagonista, Tom Hanks; l’avvenimento, realmente accaduto, fece parlare e divise l’opinione statunitense a lungo; regia, Clint Eastwood che ha saputo, ancora una volta, raccontare storie vere, storie di reale quotidianità, viste dalla parte dei più deboli, degli emarginati, di coloro che per giustizia e saldi valori morali, soccombono sotto le grinfie dello stato e della burocrazia. Sully è l’abbreviativo di Chesley Sullenberg, pilota, che, in una giornata di freddo di metà gennaio 2009, planò sul fiume Hudson col suo aereo in avaria riuscendo non solo nell’incredibile impresa di ammarare senza affondare, ma salvare i 155 occupanti dell’aviogetto, tra personale di bordo e passeggeri. Sully ebbe a disposizione solo una manciata di secondi per decidere, dopo un impatto fatale con degli uccelli che avevano mandato in avaria i due motori, se raggiungere il più vicino aeroporto o atterrare su una pista improvvisata come l’Hudson: scelse la seconda, convinto che non ce l’avrebbe mai fatta coi motori in avaria ad arrivare fino al La Guardia. Ebbe ragione. Segue il processo al quale il pilota viene sottoposto. E così mentre l’America acclama il suo eroe per aver salvato la vita a centinaia di persone, lo stato lo interroga, smentisce la sua versione, lo processa.

Solo un’anticipazione di ciò che ci aspetta. Per i prossimi anni mettiamoci pur comodi perché gli appuntamenti da non perdere al cinema saranno molteplici e siamo sicuri che cattureranno l’attenzione di critica e pubblico sgretolando record d’incassi al botteghino.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn