CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Veranu: la startup che ha realizzato la mattonella che produce energia, un’iniziativa dal grande potenziale, ideata da un team giovane e brillante.

L’idea

Si chiama Alessio Calcagni l’Ingegnere Elettronico che nel 2012, durante la sua tesi di laurea al Dealab (Laboratorio di Dispositivi Elettronici Avanzati) dell’università di Cagliari, elaborò quella che poi, nel 2016, sarebbe divenuta una realtà aziendale; maturò un’idea che potesse rispondere alle esigenze del fabbisogno energetico e, al tempo stesso, evitare impatti sull’ambiente.

Il progetto

Alessio Calcagni, insieme ad altri due ingegneri elettronici, Simone Mastrogiacomo e Giorgio Leoni, fondano la startup Veranu e progettano SEF (Smart Energy Floor): una mattonella che, per effetto piezoelettrico, trasforma l’energia cinetica dei passi, in energia elettrica pulita. La mattonella è fatta con materiale riciclato abbattendo così non solo l’emissione di co2, ma anche i costi di produzione. Si integra facilmente con ogni pavimento poiché viene installata sotto di esso, direttamente sul massetto, diventando una tecnologia non visibile all’occhio.

 

Un piccolo passo per un uomo, un grosso risparmio energetico…per la comunità…

Le dimensioni di SEF, per modulo, sono piccole (30cmx30cmx4cm) ed il potenziale è alto: con un passo può erogare 2w di potenza e ci vogliono 20 passi per accendere un lampione a luce LED in una piazza. Obiettivo del team e’ quello di istallare SEF in posti privati e pubblici, ad alto scorrimento pedonale.

Stando ai calcoli del team ad esempio, gli archi del Colosseo, considerando un corridoio con installazione SEF di 20 metri davanti all’entrata, un transito di 7 milioni di persone all’anno ed una illuminazione LED a basso consumo energetico, verrebbero illuminati nelle ore notturne per un intero anno.

Riccardo Testi

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn