CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Chissà cosa direbbe la strega di Biancaneve se sapesse che oggi esiste uno specchio che insegna a prendersi cura della pelle del proprio viso ed elimina le imperfezioni. No, non si tratta di uno specchio magico ma di un dispositivo smart in grado di monitorare quotidianamente i segni del tempo e di fornire consigli su come prevenirli o camuffarli.

L’ HiMirror funge da consulente personale di bellezza scansionando semplicemente l’immagine del viso al naturale. Lo specchio smart, con un display da 14” e una fotocamera ad alta risoluzione, esegue un’analisi approfondita dell’epidermide come farebbe un’estetista o un dermatologo con il vantaggio di rimanere nella comodità della propria casa.

Viso e voce dell’utente sono la password per accedere all’HiMirror!

Ogni mattina, prima di applicare trucco o creme, sarà sufficiente scattare una foto con la camera posta sullo specchio: messa a fuoco e click! In pochi secondi HiMirror valuterà le condizioni della pelle e individuerà le aree problematiche, suggerendo i modi in cui nascondere le imperfezioni. Di fatti, lo specchio intelligente riconosce il codice a barre dei prodotti utilizzati e seleziona per ogni utente i cosmetici che più si addicono al singolo tipo di pelle. Tutti questi dati saranno poi registrati nella memoria interna (che può contenere fino a 14000 foto nella versione PLUS) al fine di monitorare i progressi compiuti giorno per giorno.

La nuova edizione – HiMirror PLUS – prevede un design innovativo con luci a led per simulare 5 scenari diversi tra loro quanto a illuminazione, per selezionare il trucco adatto ad ogni occasione: tramonto, all’aperto in una giornata soleggiata, ufficio, luoghi chiusi e in notturna.

Se la cura della pelle è da sempre uno dei temi più dibattuti nel mondo della cosmesi, HiMirror ha inteso unire bellezza e tecnologia cambiando per sempre la beauty routine di ogni donna, e non solo, al fine di ottenere una pelle più giovane e luminosa.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn