CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Nuovo appuntamento l’8 marzo con il chapter milanese di Startup Grind.

Sharing economy e car pooling al centro della serata con Andrea Saviane di BlaBlaCar.

L’8 marzo si terrà in SDA Bocconi il terzo evento dell’anno del chapter milanese di Startup Grind, la community globale “powered by Google Entrepreuners” che raduna startupper e innovatori in 98 nazioni e oltre 200 città.

Protagonista della serata, organizzata in collaborazione con Entrepreuner Club SDA Bocconi e ESADE ALUMNI, sarà Andrea Saviane, Country Manager Italia di BlaBlaCar, la piattaforma per i tragitti condivisi sbarcata in Italia nel 2012 e dal successo sempre crescente.

La fireside chat, moderata da Andrea Bifulco – Director di Startup Grind Milano – si concentrerà su sharing economy e fenomeno del carpooling in Italia: nel corso della serata, infatti, scopriremo quali sono le nuove tendenze degli italiani in tema di tragitti condivisi.

BlaBlaCar è arrivata in Italia nel 2012 e da allora la sua crescita è stata formidabile”, commenta Andrea Saviane. “In pochi anni siamo riusciti a creare una community di viaggiatori entusiasti che vedono nel carpooling un’opportunità per cambiare il mondo in modo positivo e che scelgono BlaBlaCar per qualcosa che non potrebbero trovare in nessun’altra soluzione di trasporto: la dimensione sociale del viaggio condiviso”.

L’incontro dell’8 marzo con Andrea Saviane è un nuovo tassello importante del percorso intrapreso da alcuni mesi in Startup Grind Milano: l’obiettivo che intendiamo realizzare è da un canto far incontrare la nostra community con i keyplayers dell’ecosistema dell’innovazione milanese (e italiana) dall’altra fare “education” su temi più caldi dell’innovazione stessa quali, appunto, la sharing economy, sempre più spesso protagonista anche delle vicende legislative del nostro Paese”, riferisce Andrea Bifulco.

Per iscrizioni e per maggiori informazioni, clicca qui.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn