CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

BePooler una start-up nata nel 2015 in Canton Ticino, nella Svizzera italiana, dove attualmente opera nel carpooling aziendale. Il suo servizio di carpooling, rivolto anche alle istituzioni, è stato già attivato da una ventina di aziende ticinesi.

A gennaio il numero di chilometri percorsi al mese nei tragitti organizzati con la piattaforma di carpooling aziendale “BePooler” ha superato per la prima volta quota 80.000. Da record anche il numero di viaggi organizzati con BePooler, che a gennaio si è avvicinato a quota 3.500. Da aprile 2016 (quando hanno avuto inizio le attività di BePooler nel nostro Paese) a gennaio 2017, il numero di viaggi che ogni mese sono organizzati con BePooler è passato quindi da poco più di 500 a quasi 3.500.

Un sistema che piace

A ulteriore prova di quanto i servizi offerti da BePooler stiano raccogliendo il gradimento degli utilizzatori vi è anche il fatto che ogni mese una quota sempre maggiore di nuovi utenti sceglie di provare questi servizi, spinti anche dalle opinioni positive espresse da chi ha già fatto questa prova ed ha deciso di continuare ad usufruire dei servizi messi a disposizione da BePooler.

BePooler, mette in contatto i colleghi di una stessa azienda o di aziende vicine per condividere il tragitto percorso in auto. In questo modo si dividono le spese di viaggio e si ottimizzano gli spostamenti, riducendo l’utilizzo delle vetture e diminuendo i consumi di carburante.

Le caratteristiche della tecnologia di BePooler

Oltre al “matching” tra la domanda e l’offerta di un passaggio in auto, la piattaforma integra la prenotazione di posti auto preferenziali per chi aderisce al carpooling aziendale, con la possibilità di monitorarne l’utilizzo in tempo reale. BePooler è particolarmente attenta alle modalità di interscambio tra mezzi di trasporto (ad esempio fra auto e biciclette/bus), offrendo ad aziende e comuni soluzioni di park&ride (parcheggi di interscambio).

Come le aziende possono usare BePooler

Le aziende possono fornire ai dipendenti rimborsi spese, validi per buoni benzina, calcolati in base ai chilometri percorsi e al numero di passeggeri in auto, con la tranquillità di un processo verificato e certificato. BePooler fornisce poi al Mobility Manager dell’azienda uno strumento per osservare le esigenze di mobilità dei dipendenti, pianificare e monitorare le campagne di incentivo al carpooling aziendale e valutarne i risultati.

Luca Rossi

 

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn