“The Startup”, voglia di riscatto e spirito d’iniziativa nel film dedicato ai giovani di oggi

402
CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

The Startup, il nuovo film di Alessandro D’Alatri con Andrea Arcangeli, Paola Calliari e Matilde Gioli, nelle sale dal 6 aprile.

Cercare di fuggire dall’anonimato e divenire qualcuno che conta nella società, avere potere, ricchezza e popolarità. Nella pellicola, basata su una storia vera, D’Alatri racconta e analizza un tema attuale, parte integrante ed essenziale del mondo giovanile di oggi.

La trama

Qual è il sogno di tutti i Millennial? Inventare una “app” e finalmente cambiare la propria vita prendendone il completo controllo e migliorando il propro tenore grazie alla fama e soprattutto ai soldi… tanti soldi. È quello che accade a Matteo Achilli, un ragazzo romano di diciannove anni che, esasperato dall’ennesima ingiustizia subita, inventa un social network che fa incontrare in modo innovativo domanda e offerta di lavoro.

Ma nessuno crede al progetto e molti sono i falchi pronti ad approfittare di lui. Ad un certo punto la sua vita subisce un cambiamento. Le persone che contano si accorgono di lui e all’improvviso il ragazzo si ritrova, da un giorno all’altro, al centro degli interessi della gente ‘importante’. Dalla borgata del Corviale ai salotti milanesi: in breve tempo Matteo acquista popolarità e soldi.

La sua faccia è sulle prime pagine dei giornali e la sua startup conta migliaia di iscritti. Ma il mondo del successo è una giungla: sei preda o predatore. C’è un prezzo da pagare: la famiglia, l’amicizia, l’amore. Cosa sceglierà Matteo?

 

Andrea Arcangeli è Matteo Achilli

Prodotto da Luca Barbareschi e distribuito dalla 01 Distribution con RAI Cinema, il film è il primo a parlare e raccontare della Startup Italiana EGOMNIA, ideata da Matteo Achilli; Alessandro D’Alatri ha voluto affrontare nella storia il problema giovanile, il lavoro, il talento, il merito, il futuro. Temi che si incardinano sull’arco narrativo del romanzo di formazione. Ovvero il percorso di un ragazzo che diventa uomo.

The Startup: la vera storia dietro al film

La scelta del soggetto ha suscitato qualche polemica sul web, tra chi chiedeva quale fosse la reale storia di Egomnia e chi avanzava supposizioni sulla attuale situazione economica della startup, domandandosi perché prendere ad esempio proprio quella azienda.

Dopo aver visto il film, possiamo dire che, in fondo, non è di questo che parla The Startup. Raccontando la storia di Matteo (più o meno romanzata, certo, secondo le naturali esigenze di una sceneggiatura cinematografica) il film racconta quella di tanti giovani che non si arrendono, nonostante le difficoltà, i rischi e le scelte dolorose che la fama, o semplicemente il perseguimento di un progetto, comprende. Parla di tanti genitori, disposti ad appoggiare i propri figli nella realizzazione di sé, in un Paese che spesso non facilita il compito.

Insomma, prendiamo The Startup per quello che è: un film, un incoraggiamento rivolto a tutti quei ragazzi desiderosi di emergere e non mollare, una pellicola dedicata ai giovani italiani di oggi e alla loro voglia di realizzare i propri sogni grazie al loro solo merito e alla loro volontà.

 

Romina Lisati e Carola Tangari

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn