CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Gli anni ’80 vivevano la moda dei “paninari”: vestiti fluo e stravaganti e pranzo “veloce”… un panino al fast food e via…

Oggi viviamo l’epoca del mangiar sano… dei vegetariani, dei vegani, di coloro che seguono un regime alimentare corretto, di coloro che seguono un nutrizionista perché il cibo sia non solo piacere per il palato, ma soprattutto benessere per il fisico e per sé stessi.

Una buona alimentazione aiuta certamente a vivere una condizione di benessere, specie se supportata dall’uso di bevande ricche di vitamine.

Per questo sempre più spesso negli ultimi anni si usa molto consumare centrifugati di frutta e verdura, e ancora più nello specifico, berne l’estratto.

Estrattore e Centrifuga… due in uno.

Estrattori, spremiagrumi e centrifughe sono dispositivi che consentono di ottenere un buon succo naturale di frutta e verdura. In molti preferiscono gli estrattori per la loro tecnica di spremitura a freddo.

Il mercato è pieno di modelli, l’uso è sempre più in aumento, ma un problema comune rimane. Finora non si era mai riusciti a fuggire da uno dei compiti più ingrati e poco amati: la pulizia finale del macchinario.

Tutto questo potrebbe cambiare grazie all’arrivo sul mercato di JUISIR.

Juisir è un estrattore di frutta che potrebbe davvero fare la differenza. Al termine del processo di estrazione, tutti i materiali di scarto finiscono direttamente in un’apposita sacca. Non è quindi necessario procedere alla pulizia del macchinario.

Come funziona Juisir

Basterà prendere la frutta e/o la verdura che si vuole utilizzare, lavarla o sbucciarla se necessario, tagliarla a pezzi di circa 2-3 centimetri. Questi ultimi andranno messi nella sacca Juisir la quale verrà inserita dentro il macchinario.

La spremitura avverrà a freddo tramite una pressione di circa 8 tonnellate di forza, in 90 secondi. Tutto il succo finirà nel bicchiere o nel contenitore scelto, mentre gli scarti rimarranno nella sacca.

La sacca per gli scarti viene fornita in due tipologie di capienza, composte da due diverse parti (separabili): da cambiare dopo ogni singolo utilizzo (esterna in Poliamide/Polietilene, interna 100% cotone) e a uso multiplo (esterna in silicone, interna 100% cotone).

I punti di forza

Pulizia: grazie ai sacchetti che conterranno gli scarti, il frutto non toccherà mai il macchinario che di conseguenza non dovrà essere lavato.
Quantità: considerata la forza di circa 8 tonnellate con cui avviene la pressione, la resa del succo è maggiore rispetto ad altre tipologie di centrifughe o estrattori.
Nutriente: essendo un processo di pressatura a freddo, rimangono inalterate le sostanze nutritive del frutto e/o verdura.
Qualità: Juisir produce un succo puro, senza cioè i residui polposi della frutta o della verdura.
Freschezza: produce un bicchiere alla volta, quindi non ci si deve preoccupare di come conservare il succo in eccesso.
Eleganza: Juisir ha un aspetto elegante
Velocità: con la semplice pressione di un pulsante si può estrarre il succo in soli 90 secondi.
Silenzioso: è tra le centrifughe più silenziose.
Varietà: offre la possibilità di scegliere fra due diversi tipi di sacchetto, usa e getta o riutilizzabile.
Garanzia: i sacchetti di Juisir sono conformi alle norme FDA, quindi qualità e sicurezza garantita.

Il Team di Juisir.

L’azienda è stata fondata nel 2012 ed ha sede a Shanghai. Leo Chen (Co-Founder CEO), Micheal Liu (Co-Founder CFO), Hao Huang (Co-Founder Chief VI Designer), Tak Chi Lee (Chief Designer) e Edison Yang (Chief Engineer).
I loro social: Facebook  e Twitter.

Non resta che farci una sana bevuta, senza dover pulire nulla!!!

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn