CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Sono passati alcuni giorni ma lo scrosciante rumore degli applausi è ancora forte per lo straordinario successo dell’edizione 2017 della Fiera internazionale sul turismo.

Migliaia di visitatori hanno sfilato all’interno degli spazi della fiera di Milano tra natura esotica e prodotti tipici delle diverse nazioni e regioni italiane.

Un’iniziativa supportata e promossa dalla Regione Lombardia e patrocinata dal comune di Milano che non ha fatto mancare il suo calore e il suo coinvolgimento istituzionale.

Poco spazio alla fantasia e molto di più agli spazi a perdita d’occhio all’interno della fiera, allestita con i richiami della tradizione dei vari paesi presenti e dai loro colori e costumi molto pittoreschi indossati dai tanti animatori che hanno preso parte all’iniziativa.

E tra operatori turistici, promotori, strutture alberghiere e compagnie aeree, non sono mancati quei progetti il cui punto di forza si chiama innovazione.

Grazie al supporto dell’associazione Startup Turismo, 24 aziende innovative sono state presentate nell’area “Be Tech” al padiglione 4. Oltre ai desk delle singole aziende è stata allestita un’area lounge con la funzione di networking che ha ospitato l’aperitivo organizzato in collaborazione con AltroMercato, l’organizzazione di commercio equo e solidale partner di St. Durante l’evento è stato poi illustrato il progetto “Altromercato Experience”, che si propone di offrire ai viaggiatori, sempre più attenti e consapevoli, l’occasione di vivere un’esperienza coinvolgente in contatto diretto con le realtà dei produttori in tanti Paesi del Sud del mondo. Associazione e startup sono state poi protagoniste di numerosi speech dedicati, sia nelle arene interne del Padiglione 4, sia nell’area convegnistica del MiCo.

Un successo senza precedenti che ha portato un perfetto e meraviglioso connubio tra tradizione e innovazione, offerte dai vari protagonisti dell’evento.

Luca Mastrogiacomo

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn