CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Un’applicazione per smartphone e tablet che consente di gestire in maniera facile e veloce farmaci e terapie. Si chiama Carepy il sistema che mette in rete medici, farmacisti e pazienti, consentendo ai primi di monitorare i cicli di cura, adattando le terapie a seconda delle esigenze.

Il funzionamento è semplice e intuitivo: prima di tutto bisogna scaricare l’app e creare il proprio profilo. Questo potrà essere associato ad una o più farmacie di fiducia. Dall’app sarà possibile gestire la propria cassetta dei medicinali, aggiungendo o togliendo di volta in volta farmaci, parafarmaci e prodotti medicali (più di 1milione quelli presenti in database). Al momento della vendita, il farmacista inserirà con scanner ottico i medicinali acquistati nell’account dell’utente, che riceverà in tempo reale sul proprio smartphone i dati relativi a farmaci e terapie associate. L’app ricorderà al paziente quando assumere i medicinali, e li avvertirà quando le confezioni saranno in procinto di terminare, terminate o scadute. Un metodo utile anche per la gestione e il monitoraggio da remoto delle terapie prescritte ai propri cari.

Dietro la startup, un team di giovani informatici con precedenti esperienze maturate nel campo della progettazione e dello sviluppo di progetti di Social Innovation: Davide Sirago, Alessio Germinario e Luigi Brigida hanno dato vita a un servizio innovativo nato in Puglia, ora con sede sia a Bari che a Pescara e distribuito a livello nazionale. Ne parliamo con Davide Sirago, Ceo e Co-Founder di Carepy.

Cos’è Carepy?

Il sistema Carepy gestisce farmaci e terapie attraverso un’applicazione per smartphone e tablet – connessa a un database di oltre 1.000.000 tra medicinali, parafarmaci e prodotti medicali, disponibile sui principali marketplace digitali – destinata ai pazienti e ai loro familiari. L’app si interfaccia direttamente con il farmacista di fiducia, che gestisce le disponibilità e l’approvvigionamento dei farmaci, e con il medico curante che controlla in corso d’opera le terapie e l’aderenza terapeutica.

Come funziona?

Gli utenti che volessero utilizzare il nostro servizio possono scaricare gratuitamente la nostra app sul proprio smartphone dallo store digitale e successivamente associarsi a farmacisti e medici affiliati.
Farmacisti e medici possono entrare nel nostro network richiedendo il servizio di gestione dei pazienti direttamente alla nostra società.

Da quanto tempo siete attivi?

La società è stata fondata a fine dell’anno 2014, ma la commercializzazione del servizio Carepy per pazienti e farmacie è cominciata a metà del 2015.
Attualmente abbiamo totalizzato più di 5000 download da parte degli utenti finali e più di 150 farmacie che hanno utilizzato il nostro servizio.

Come è stato possibile sostenere economicamente l’avvio della startup?

L’avvio della startup è stato sostenuto interamente dalle finanze e dal tempo messi a disposizione dal gruppo dei fondatori e dai primi ricavi derivati dalle vendite del servizio ai farmacisti.

Cosa rende speciale Carepy?

La soluzione Carepy permette una completa gestione dell’aderenza terapeutica. Essa consente di controllare sia il corso dei cicli di trattamento, sia la disponibilità e l’approvvigionamento di farmaci e parafarmaci. Inoltre facilita la collaborazione tra tutte le parti interessate: paziente, caregiver, famiglia, medico e farmacista.
In sei mesi, il nostro servizio può migliorare la qualità della vita del paziente, aumentando l’aderenza alle terapie del 25% ed è in grado di supportare il farmacista, aumentando i rendimenti dei pazienti in farmacia del 25% e le entrate di particolari prodotti del 20%.

Progetti per il futuro?

L’azienda nel 2017 ha l’obiettivo di espandersi in tutto il territorio italiano e acquisire un’importante quota del mercato delle farmacie attraverso la vendita diretta e l’avvio di progetti innovativi con le aziende farmaceutiche e società di distributori farmaceutici.

Lo scorso 20 settembre Carepy ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella la massima onorificenza italiana nel campo dell’innovazione, il “Premio dei Premi” dell’Innovazione 2016.

L’applicazione, gratuita, è attualmente utilizzata da migliaia di persone di tutte le età e molte farmacie in tutto il territorio nazionale offrono il servizio di supporto completo ai propri clienti. Recentemente, Carepy è stata promossa da alcune associazioni di categoria territoriali, come Federfarma BAT, e dall’innovativo consorzio UniNetFarma, nato dalla collaborazione di Unifarma, FarmaUniti e Farmacie Comunali Torino, che utilizza l’app come servizio digitale di punta all’interno delle farmacie della rete Experta.

Carola Tangari

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn