CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

HeartWatch è una app che monitora l’aritmia del cuore, ed in grado di lanciare un allarme in caso di battito sospetto.

Il cuore è il nostro motore biologico, senza di esso non potremmo vivere e l’aritmia cardiaca può essere un subdolo “Cavallo di Troia” per il cuore, capace di starsene silente ed asintomatica per anni, per poi manifestarsi improvvisamente ed essere fatale.

Un gruppo di studenti del Politecnico di Milano assieme al supporto dei medici dell’Ospedale San Raffaele, hanno realizzato un’app in grado di rilevare aritmie cardiache attraverso l’analisi del battito, h24, e di segnalare anomalie impreviste grazie a due device: uno smartphone ed un dispositivo di rilevamento da indossare sul polso come un orologio.

HeartWatch è stato il progetto vincitore delle finali italiane della Imagine Cup del 2015 promossa da Microsoft.

Il funzionamento “dell’agente di cuori

HeartWatch è semplice e si basa, come già scritto, sull’interazione tra due dispositivi: l’applicazione installata nel telefono monitora il ritmo cardiaco e segnala eventuali anomalie, combinando i dati sulla frequenza con quelli sul movimento e distinguendo le variazioni fisiologiche da quelle anomale.

In caso di anomalie, ci sono tre tipi di allarme:

il primo per anomalie leggere, che vengono segnalate con un avviso sul telefono al diretto interessato; il secondo per anomalie più significative, che attiva un allarme sonoro capace di allertare anche le persone che si trovano nei dintorni; il terzo per anomalie gravi, che oltre all’allarme, invia anche cinque messaggi di soccorso verso altrettanti contatti pre-selezionati. Il dispositivo geolocalizzerà il paziente e quindi traccerà il luogo dove far arrivare i soccorsi.

..Il cuore dell’uomo è un grande enigma che le persone più esperte del mondo non hanno ancora risolto. (Bonaventure d’Argonne)

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn