CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

L’innovativo modo per asciugare i capelli si chiama SYLPH.

È una tipica giornata estiva: caldo, spiaggia e leggera brezza… Che male c’è ad asciugarsi i capelli al sole?? Nessuno! Ma se siamo nella stagione invernale? Di certo il trattamento non può essere lo stesso, anzi, se si vogliono evitare brutti raffreddori e dolori alla cervicale bisognerà per forza di cose utilizzare l’asciugacapelli! È uno dei tanti oggetti che il XX secolo ci ha lasciato e del quale non possiamo più fare a meno. Dal 1920 (anno in cui venne brevettato negli Stati Uniti d’America), ha subito infinite mutazioni per arrivare al risultato odierno che tutti noi ben conosciamo.

Sylph concentra in un piccolo cilindro tascabile tutte le caratteristiche di un phon.

La cura dei capelli è un’abitudine alla quale ognuno di noi dovrebbe pensare giornalmente. Sono tanti infatti gli ”stress” ai quali quotidianamente sottoponiamo la nostra chioma: fattori climatici (sole, inquinamento, acqua marina), fattori termici (phon e piastre), fattori meccanici (spazzole, pettini e acconciature) e fattori chimici (colorazioni e permanenti); tanto più poi i capelli sono lunghi quanto è più facile che questi subiscano dei danni. I capelli rischiano così di spezzarsi, di sviluppare doppie punte, di sfibrarsi e di assumere un tono opaco e privo di luminosità.

 

Se un tempo abbiamo comprato il primo apparecchio che capitava è ora di rimediare, poichè di modelli ce ne sono davvero tanti e differiscono per caratteristiche e potenza, ognuna di queste ideale per tipo di capelli e per l’uso che ne dobbiamo fare.

La potenza: come tutti gli elettrodomestici a corrente, anche SYLPH misura il consumo energetico in Watt e grazie alle batterie può essere usato autonomamente dalla carica.

Il concentratore: per i meno tecnici possiamo chiamarlo beccuccio, ma credo che tutti abbiano compreso di quale elemento parliamo. Con questo è possibile dirigere direttamente il calore sulla spazzola o sul pettine, ideale per chi vuole lisciare i propri capelli. Una bocchetta con le labbra più strette garantisce un flusso d’aria più veloce e preciso.

La ceramica e la tormalina: sono elementi che evitano di seccare i capelli a causa del calore del phon. Questi elementi infatti riescono a produrre una temperatura costante e non eccessiva, ma allo stesso tempo garantiscono le performance date dalla potenza e dalla velocità scelta.

Insomma SYLPH è indispensabile per un viaggio ma anche pratico per le sue dimensioni ridotte. Se si viaggia molto, per svago o per motivi di lavoro, se amanti della palestra o della piscina, avremo di certo la necessità di portare con noi un asciugacapelli adatto agli spostamenti, quindi quale modello migliore se non l’asciugacapelli da viaggio?

SYLPH si caratterizza principalmente per le dimensioni ridotte, che lo rendono ideale ad essere trasportato nei trolley carichi di vestiti o nelle borse degli allenamenti.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn