CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Avete un’attrezzatura che può essere condivisa?

Se la risposta è “SI” potete affidarvi a TOOLSSHARING.

Da un’idea di Matteo Labellarte (co-fondatore), Tommaso Pardi (co-fondatore), Alberto Scarsi (voce e presentatore del progetto), alla creazione di una Start Up Innovativa chiamata SHARE-K S.r.l. la cui missione è lo sviluppo informatico, e non solo, della sharing economy, dell’economica circolare, di un nuovo ed innovativo modello di economia sostenibile.

Un modo di condividere un’attrezzatura, presente nel nostro magazzino ed ottenere così una piccola fonte di guadagno alternativo. E’ un’opportunità per ammortizzare anche la spesa sostenuta per l’acquisto.

Per entrare nella community ed accedere al Sistema è sufficiente avere un accesso internet, registrarsi su www.toolssharing.com e attivare il proprio profilo UTENTE.

Una volta registrato, potrai scegliere di caricare gli strumenti oppure prenderli in sharing.

Qui l’utente potrà essere proprietario o utilizzatore. Il proprietario sarà chi possiede il bene e lo vuole condividere, l’utilizzatore chi cercherà uno strumento per svolgere il proprio lavoro.

Basterà seguire le istruzioni presenti sul sito e attivare il servizio.

Qui una breve descrizione del funzionamento del portale:

Per il Proprietario:

✔si iscrive al sito (dati anagrafici, carta di credito/paypal, ecc.)

✔inserisce lo strumento che desidera mettere in sharing (caratteristiche, luogo, ecc);

✔decide il contributo giornaliero per lo strumento;

✔riceve una richiesta di sharing;

✔valuta la richiesta

✔condivide lo strumento;

✔a fine sharing gli viene riconsegnato lo strumento, verifica con l’utilizzatore che vada bene e lascia un feedback sull’utilizzatore se lo desidera;

✔riceve il pagamento del contributo.

Per l’Utilizzatore:

✔cerca lo strumento di cui ha bisogno;

✔contatta il proprietario per avere tutte le informazioni necessarie;

✔sceglie per quanti giorni vuole lo strumento;

✔si iscrive al sito per formalizzare lo sharing (dati anagrafici e carta dicredito/paypal ecc.);

✔si mette d’accordo per il ritiro e la riconsegna dello strumento;

✔a fine sharing riconsegna lo strumento, verifica con il proprietario che tutto vada bene e lascia un feedback sull’utilizzatore se lo desidera;

✔effettua il pagamento.

Ovviamente tutti gli utenti dovranno seguire attentamente specifiche procedure per il giusto utilizzo del sistema e lo sharing dei beni.

Ora che conoscete il servizio, a voi capire come meglio utilizzarlo…

Buon lavoro!

Barbara Tangari

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn