CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Damiano David, il bello dai capelli e dallo sguardo intrigante, un personaggio senza dubbio carismatico della band Maneskin – Chiaro di Luna nella lingua danese.

Una Band sbocciata durante la trasmissione di X Factor nell’edizione di quest’anno, la musica l’ha fatta da galeotta per la band dei quattro di Monteverde, nata ai tempi della scuola media e consolidata nelle aule del Liceo Kennedy. Hanno iniziato la loro esperienza musicale come artisti di strada tra i Colli Portuensi e Via del Corso passando da un talent ad un altro. Loro caratteristica è distinguersi, cosa che ripetono a tutti, facendosi chiamare i coatti de Roma. Grande successo, meritevoli per il mix tra eccentricità e bravura musicale e anche per la forza canora della voce graffiante di Damiano, già proiettati verso il massimo del successo.

Talento innato del gruppo di giovanissimi 16/18 anni, un tripudio dimostrato dal pubblico superando i due superfavoriti Rita Bellanza e i Ros, conquistando anche tutta la giura e lo stesso Fedez – senza nascondere che Danilo non è proprio nelle sue corde, ma ha confessato: “Ma tu spacchi”.

I social impazzano, su Instagram hanno raggiunto in poco tempo i 98mila follower, calamita l’attenzione anche la bionda bassista dalle origini danesi Victoria, l’unica ragazza del gruppo.

Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan non smettono di guadagnare consensi, il singolo inedito presentato, in pochi minuti è arrivato tra le hit più scaricate da iTunes. I Maneskin sicuramente tra I favoriti per la vittoria. “Cosa bisogna fare per farli perdere? – ha commentato ironica Mara Maionchi – bisogna sparargli”. A vincere, sul palco del talent, è stato Lorenzo Licitra, ma fuori la questione non cambia.

I Maneskin esempio di come le scuole sono il luogo primordiale per la scoperta di talenti, la scuola come bacino di fermento nell’attivare ed azionare capacità e abilità nei ragazzi, rendendoli consapevoli di quanto siano ispirati a proseguire verso quella che potrebbe essere una loro futura attività lavorativa. Il Kennedy dà luce al valore, mostrando quanto importanti siano le scuole.

Questo del gruppo di Monteverde non è il solo fenomeno da evidenziare, ricordiamo anche la radio che sta contaminando le altre realtà scolastiche “Voicebookradio” ideata dagli stessi ragazzi, voluta dalla loro Dirigente Scolastica, Lidia Cangemi, e strutturata dal professionista Giulio Ceccanei.

L’unione fa la forza, avanti tutta all’arte e alle passioni motori dell’essere persone di successo… si può fare, basta crederci!!

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn