Thymio, un robot contro il cyberbullismo

1293

Si incontrano, si scontrano, si isolano. Robot educativi contro il cyberbullismo e per la sicurezza sul web viaggiano avanti e indietro nel loro campo di azione: Thymio e RobOkkiO sono i protagonisti del progetto dell’associazione Mobsya contro i pericoli della Rete.

Il Bullo, la vittima, il vile

Sviluppato dai ricercatori dei politecnici di Losanna (EPFL) e Zurigo (ETHZ), Thymio è un piccolo robot open source, dotato di sei funzioni base pre-programmate. All’interno del laboratorio di robotica educativa RobOkkiO, dedicato agli allievi delle scuole primarie e secondarie, 4 robot Thymio giocano i ruoli del bullo, della vittima, del gregario e del vile, dando spunto a riflessioni e dibattiti tra insegnanti e ragazzi in merito alle implicazioni personali, sociali e morali di quanto messo in scena.

Contro il bullismo ma non solo

Del laboratorio RobOcchiO fanno parte altre attività educative. I robot targati Mobsya, infatti, possono essere programmati a diversi livelli ed utilizzati per spiegare a bambini e ragazzi fenomeni naturali e sociali, come ad esempio, il comportamento delle api.

Nell’intervista realizzata da Starthink Magazine, Paolo Rossetti, del Comitato Direttivo Mobsya, illustra il funzionamento dei piccoli robot.

Carola Tangari