Nasce il nuovo portale della finanza green, con l’obiettivo favorire la partecipazione delle imprese italiane attive nel settore della green economy ai fondi di cooperazione internazionali. L’iniziativa è stata presentata da Confindustria e Kyoto Club durante il convegno «La finanza per il clima opportunità per le imprese».

Il finanziamento dell’economia a basso tenore di carbonio può creare buone occasioni di business”, ha dichiarato Francesco Ferrante, Vicepresidente di Kyoto Club. “Ora questo cambio di approccio non dev’essere vanificato ed è per questo che è necessaria una strategia politica, innanzitutto su energia e clima, ma anche più in generale sulla bioeconomia, da parte delle istituzioni e della politica, insieme a un adeguato cambio di passo anche nel sistema creditizio”.

Punto chiave sarà sicuramente anche quello di far rientrare nel concetto di finanza del clima anche i trasferimenti finanziari verso i paesi in via di sviluppo per aiutarli ad affrontare i loro problemi di adattamento ai cambiamenti climatici.

Tuttavia, per mantenere l’aumento della temperatura al di sotto della soglia dei 2°C rispetto ai livelli preindustriali, servono ingenti investimenti globali nel settore energetico, pari a circa 1.200 miliardi di dollari all’anno. La sfida è appena cominciata.