CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

55 SARTORIALIST IN 16 CITTA’ TRA ITALIA (Milano, Roma, Torino, Bologna e Palermo), EMIRATI ARABI & SINGAPORE.

Ma iniziamo a raccontarvi chi è ELIGO.

E’ la prima Community globale di personal stylist, interamente dedicata al mondo dell’abbigliamento personalizzato.

Già attiva dal 2016 con più di 1250 clienti.

Ma cosa fa ELIGO:

connette gli amanti dell’eleganza e dello stile Made in Italy con un network di consulenti sartoriali, chiamati Sartorialist. Questi ultimi sono presenti su tutto il territorio e digitalmente connessi attraverso una piattaforma tecnologica e produttiva dedicata.

Grazie alla campagna Crowdfunding su 200 Crowd ha raccolto 162.635,00 Euro.

La Mission di ELIGO è semplice:

diffondere l’eleganza e lo stile italiano nel mondo, attraverso la prima Community di Sartorialist, offrendo un servizio di consulenza unico e creando prodotti sartoriali, sempre personalizzati e Made in Italy.

Il progetto vuole far riemergere un’Italia di ECCELLENZE PROFESSIONALI e ARTIGIANALI talvolta sconosciute, ma capaci di dare visibilità alla nostra reputazione sui mercati mondiali.

Il progetto nasce per iniziativa di Giuseppe Catella, Naomi Kohashi e Giulio Manno con oltre 10 anni di esperienza in attività imprenditoriali e alla guida di un team forte e determinato dalla visione e capacità internazionali, con un background in sales management, finance, marketing, comunicazione, digital innovation, capace di creare un network e partnership strategiche.

Ma cosa risolve ELIGO?:

è nata per risolvere l’esigenza di alcuni dei founders di trovare uno stile adeguato ed elegante per affrontare un importante colloquio di lavoro. Si sono accorti della difficoltà di trovare non solo prodotti di alta qualità, ma anche adatti alla creazione di un proprio stile, unico ed esclusivo. E cosa più importante era l’impossibilità di creare prodotti di qualità sartoriale in maniera veloce ed “easy”, con i consigli di un personal stylist esperto.

Eligo è ottimizzato per scalare sia in Italia che all’estero, offrendo la miglior User Experience per ogni cliente e Sartorialist.

 

COSA OFFRE IL “Sartorialist”  AL CLIENTE?:

  • Un’Esperienza Sartoriale Innovativa, dove e quando lui preferisce, con un’elevata attenzione sul perfect fit, le personalizzazioni dei prodotti e un rapporto umano con il cliente, aiutandolo a creare uno stile unico.
  • Attraverso la piattaforma ogni cliente può prenotare un appuntamento con un Sartorialist nella propria città, scegliendo dove e quando incontrarsi, sincronizzando in contemporanea le loro agende.
  • Durante l’incontro il Sartorialist comprende i gusti e le necessità del cliente, lo consiglia nella scelta dei tessuti, delle personalizzazioni e, dopo avergli preso le misure, crea con lui un capo unico ed esclusivo.
  • In 3-4 settimane verrà creato un prodotto su misura che il Sartorialist consegnerà direttamente al cliente, effettuando i necessari adattamenti, per garantire una vestibilità perfetta.
  • Attraverso il rapporto personale con il proprio Sartorialist, offre un’esperienza unica ad ogni cliente, utilizzando una piattaforma tecnologica per l’ottimizzazione dei tempi e dell’incontro.

COSA OFFRE “ELIGO” AD OGNI “Sartorialist”:

  • Creare un Business indipendente e di successo, senza nessun costo o investimento;
  • Ogni Sartorialist guadagna una commissione variabile sulle vendite dal 10% al 25%, in maniera incrementale;
  • Attraverso la sua Academy forma e aggiorna gratuitamente il network di consulenti sartoriali per consentire loro di migliorare le proprie soft skills, le tecniche comunicative, di business, marketing e digital.
  • In maniera semplice e veloce ogni ordine e attività viene monitorata e gestita tramite un CRM e una piattaforma tecnologica interamente dedicata ai Sartorialist, per facilitare la trasmissione dei dati e la gestione di tutte le attività di vendita.

Tradizione e Innovazione per portare l’eccellenza del Made in Italy nel Mondo.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn