PocketDrum, le bacchette smart che “suonano” l’aria

158
CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Se Harry Potter avesse avuto un gruppo rock, le bacchette del batterista sarebbero state con ogni probabilità molto simili a queste.

Non sono magiche, nel verso senso della parola. Piuttosto, Smart: sensibili alle vibrazioni, ad ogni specifico gesto del polso e della mano rispondono col suono del corrispondente tamburo della batteria: grancassa, rullante, timpani, piatti; luminose ma anche silenziose, quando utilizzate con cuffie o auricolari.

Dotate di bluetooth 4.0 per una connessione stabile e veloce a qualsiasi dispositivo smart, possono essere utilizzate in modalità tutorial, game e free.

100g per bacchetta, 10 ore di autonomia, le PocketDrum di Aeroband sono facilmente programmabili; dotate di fini sensori, rispondono alle vibrazioni percepite riproducendo suoni più soft o più hard a seconda dell’intensità e dell’elasticità dei gesti dell’utilizzatore.

Adatte a neofiti e a professionisti, possono essere connesse ai più famosi programmi di composizione musicale o utilizzate con l’app dedicata, per sessioni di studio o semplici momenti di relax.

Utili anche sul lavoro per alleviare lo stress. Meglio se con cuffie inserite e lontano da oggetti particolarmente fragili…

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn