Due startup, un obiettivo: salvaguardare le api, il pianeta e… noi tutti.

Il cibo che mangiamo, infatti, andando a ritroso lungo la complessa catena alimentare terrestre, dipende direttamente o indirettamente dall’attività di impollinazione delle api. Solo in Europa, si deve agli operosi insetti sociali un terzo del cibo, circa 4000 varietà tra frutta e verdura.

Negli ultimi 30 anni, però, pesticidi, inquinamento, malattie e cambiamenti climatici, hanno causato una decrescita delle api del 70%.

Per arginare la situazione, 3Bee, startup agritech che sviluppa sistemi intelligenti di monitoraggio per la cura e la diagnostica della salute delle api, ha messo a disposizione dei brand sensibili a queste tematiche la possibilità di adottare un alveare e di interagire con esso da remoto, seguendo lo sviluppo e la crescita delle api protette per un intero anno.

Alla chiamata ha risposto immediatamente NutriBees, startup che offre un servizio di Healthy Food personalizzato a domicilio, incentrato sul benessere alimentare. L’azienda sosterrà per dieci mesi l’adozione di un alveare monitorato con il sistema Hive-tech 3Bee, vincitore del premio SME Instrument fase 1&2 del Programma Quadro Europeo Horizon 2020.

NutriBees affiancherà al servizio di consegna settimanale a domicilio dei piatti studiati per un’alimentazione bilanciata e salutare l’attività di sensibilizzazione promossa dal programma “Adotta un alveare”. Seguendo l’esempio di NutriBees chiunque potrà proteggere a distanza le api, sostenendo il lavoro quotidiano degli apicoltori del network 3Bee e ricevendo a casa del miele genuino, etico e salutare.