21 marzo 2020. Da questo weekend cambiano gli orari dei supermercati: chiusure anticipate e, in alcuni casi, serrande abbassate nel finesettimana. Le istituzioni ricordano continuamente che non esistono problemi di rifornimento di alcun genere e che in nessun caso sarà prevista la chiusura dei negozi di alimentari. Ciò nonostante, le file davanti ai supermercati si allungano sempre di più, con disagi e assembramenti che potrebbero essere evitati.

In questo scenario, fa la sua comparsa Filaindiana, l’app firmata Wiseair, che ti dice in tempo reale quanto ci sarà da aspettare per entrare nel supermercato più vicino a casa.

Il COVID-19 e la conseguente situazione di allarme ha fatto nascere delle nuove necessità. Conoscere la fila al supermercato è una di queste – nota Fulvio Andrea Bambusi, Co-Founder e Chief Software Architect di Wiseair – In molti si stanno rimboccando le maniche per aiutare il Paese ad affrontare questa difficile situazione. Anche io non volevo essere da meno. Ho avuto l’idea e l’ho realizzata“.

L’app, realizzata da Bambusi con Wiseair, Andrea Maioli, Pietro Avolio, Francesco Bertani e Andrea Torrone, è stata rilasciata nella sua prima versione, disponibile sul sito www.filaindiana.it

Accedendo al sito, una mappa della nostra zona mostra i supermercati aperti e, per ciascuno, i minuti di attesa stimati. Cliccando sull’icona del supermercato, una finestra riporta il numero di persone in coda e il tempo che ci sarà da aspettare. Filaindiana consente, inoltre, di contribuire al sistema, geolocalizzando e segnalando la nostra posizione attraverso il tasto “sono in coda qui”.

Calcolando la fila sulla base di una stima delle persone che attendono di entrare, la web app diventerà sempre più precisa quanti più utenti contribuiranno a segnalare la propria presenza in coda.

Più siamo, più Filaindiana potrà aiutarci a combattere la difficile situazione in cui ci troviamo tutti” spiega Bambusi.

Per il momento la web app è attiva solo in Lombardia; ma gli sviluppatori stanno lavorando per estendere il servizio anche alle altre regioni italiane, con l’obiettivo di coprire man mano aree sempre più estese.