Tu pedali e la città si ricarica. Dalla startup BICY SOLAR STREET arrivano le piste ciclabili solari. Pavimentazioni con impianti fotovoltaici integrati, capaci di accumulare e trasferire energia ai soggetti energivori vicini, con la possibilità di un beneficio economico per tutti i cittadini.

Si chiama BYS ITALIA il progetto di innovazione sociale che unisce green a green, integrando l’ampliamento degli spazi dedicati alle biciclette con l’accumulo di energia solare.

Come spiegato da BICY SOLAR STREET, startup ideatrice promossa da InfinityHub, BYS ITALIA si pone l’obiettivo di “contribuire allo sviluppo e alla promozione di percorsi ciclopedonali azzerando gli oneri a carico della Pubblica Amministrazione sia per la realizzazione che per la manutenzione”, stimolando l’economia locale, facendo partecipare i cittadini agli utili conseguiti e contribuendo al miglioramento della salute e del benessere degli abitanti dei comuni interessati, attraverso la riduzione dell’uso delle automobili.

Il progetto ha attirato l’attenzione di diverse amministrazioni italiane, come i comuni di Mantova, Abbasanta, Orvieto, San Felice Circeo, e la Comunità della Valle di Cembra.

Una pista ciclabile fotovoltaica sorgerà presto a Villasimius, in Sardegna, nell’ambito del percorso di sostenibilità ambientale e sviluppo economico delle strutture ricettive che insistono nell’area recentemente premiata tra le 100 destinazioni sostenibili del mondo.

Una seconda pista è stata inserita nel progetto Smartmed, presentato da Roma Capitale nell’ambito del bando europeo Smart Cities and Communities del programma Horizon 2020.

Nel frattempo il progetto è in cerca di nuovi fondi per perfezionare il sistema strutturale e tecnologico di BYS e realizzare tre progetti di un chilometro di lunghezza ciascuno.

A questo scopo, ha lanciato una campagna di equity crowdfunding. La raccolta sulla piattaforma Crowdfundme chiuderà tra pochi giorni. Chip minimo 300 euro.