Sul frigo, alla parete, sulla scrivania, accanto al computer. Che siano piante ornamentali, commestibili o grasse, l’unico dilemma sarà scegliere dove posizionarle e quante ordinarne.

Grazie a Pico, anche i più inesperti potranno finalmente avere il proprio personale angolo verde. Il piccolo vaso smart ha tutto quello che serve: un contenitore tanto leggero da poter essere sorretto da una calamita; un’asta telescopica, regolabile fino a 32 centimetri di altezza e dotata di led Osram, per fornire la luce necessaria alla crescita della pianta e seguire i suoi progressi; un serbatoio con finestra trasparente per sapere quando rimboccare l’acqua.

Aggiungere acqua – e scegliere i semi da piantare – è, in effetti, tutto quello che si richiede all’utilizzatore. Al resto, penserà il sistema integrato, che irrigherà il verde ospite quando necessario.

Piante detox, piante aromatiche, piante ornamentali, piante utili a profumare gli ambienti, piante per dormire meglio. Dal basilico alla lavanda, dal cactus all’aloe vera, ogni stanza potrà avere il suo green spot: menta fresca in cucina, margherite in salotto, e, magari, una valeriana nel luogo deputato al relax.

Disponibile in tre combinazioni di colori (verde-silver, bianco-arancio, nero-giallo) e una special edition color carbone, Pico può essere alimentato tramite qualsiasi cavo USB di tipo C. Inoltre, la presenza di porte su entrambi i lati del dispositivo, consente di creare vere e proprie catene di Pico e di alimentare più vasetti, tra loro vicini, tramite un unico caricabatterie 5V 3A.

Presentato dall’indiana Altifarm Enverde LLC al CES 2020, Pico è smart anche nel prezzo: ordinabile su Kickstarter a partire da 32 dollari (meno di 30 euro, al cambio corrente), viene fornito con 2 cavi USB-C: un cavo USB-C corto a doppia estremità e un cavo super lungo da 3 metri, oltre a tre supporti intercambiabili: calamita, velcro e gancio da parete.

Piccolo, intelligente, essenziale. Pico si prepara a conquistare cuori e case dei pollici meno verdi dell’universo conosciuto.